mastro mobiliere

Portale dell'arredamento

Categorie
Clicca ed entra

Arredamento Bagno
Sanitari in Piemonte
Sanitari in Lombardia
Sanitari in Liguria
Sanitari in Veneto
Sanitari in Friuli
Sanitari in Trentino
Sanitari in Emilia Romagna
Sanitari in Toscana
Sanitari nel Lazio
Sanitari nelle Marche
Sanitari in Abruzzo
Sanitari in Molise
Sanitari in Umbria
Sanitari in Campania
Sanitari in Calabria
Sanitari in Basilicata
Sanitari in Puglia
Sanitari in Sicilia
Sanitari in Sardegna
Clicca ed entra

Mastro Mobiliere
Tavoli e Sedie
Cucina
Vendita Cucine
Divani e Poltrone
Giorno
Notte
Ragazzi
Illuminazione
Studio
Bagno
Complementi
Giardino Esterni
Porte
Pavimenti
Materassi
- Sanitari Rubinetteria
Clicca ed entra

Negozi & Link
Mobilifici in Italia
Marche Importanti
Sedie
Grandi Catene
Antiquariato
Clicca ed entra

RUBINETTERIA E SANITARI

 

Rubinetti, rubinetteria

tutti i rubinetti

scelta dei sanitari
rubinetti
vasca o doccia?
il lavabo
il vaso
il bidet
la vasca
la doccia

  • La scelta dei sanitari

Nel momento in cui si reca in un negozio di sanitari o di arredamento del bagno, occorre prestare massima attenzione alle scelte che si effettuano.
L'aspetto estetico è importante anche qui, ma se è vero che già ci siamo sbizzarriti nell'arredare il bagno, nella scelta delle piastrelle, dei mobili, dello specchio, per quanto concerne la scelta dei sanitari occorre pensare più alla loro funzionalità, alla facilità di pulizia piuttosto che alle tendenze di design, anche se questo non significa dover scegliere in modo superficiale.

Se escludiamo la scelta del lavabo, che si porta dietro considerazioni sul mobiletto di supporto, per quanto concerne gli altri sanitari, la scelta è tra quelli tradizionali, che poi possiamo dividere in quelli con angoli rotondi o squadrati, o quelli sospesi. I sanitari sospesi vanno molto di moda perchè conferiscono all'ambiente del bagno un clima moderno e curato, confortevole e giovanile al tempo stesso.
In genere hanno forma squadrata, mentre è bene dire che le dimensioni dei sanitari da arredamento del bagno sono pressochè identiche per tutti i modelli.

Attualmente, molto successo stanno avendo, oltre ai termoarredo, che come abbiamo visto nella sezione arredamento del bagno, che possono essere di tutte le dimensioni e colorazioni, anche i sanitari dipinti sono presenti sul mercato, e rappresentano una scelta audace ma di sicuro impatto visivo ed emozionale.

  • I rubinetti per i sanitari e il bagno

Complemento necessario per i sanitari, sono anche oggetti di design, poichè forniscono un tocco speciale al bagno e vanno pertanto scelti con molta cura. Occorre saper scegliere i rubinetti che consentano di risparmiare acqua. Ci sono quelli a manopola, di stile un po' retrò, oppure quelli con meccanismi di erogazione. Molto in voga in questi anni sono i rubinetti con mescolatori termostatici, ossia capaci di mantenere costante la temperatura dell'acqua, evitando improvvisi getti di acqua bollente o ghiacciata, e quindi particolarmente indicati per la doccia. Un miscelatore di tipo termostatico consente di risparmiare fino al 50% del consumo di acqua, cosa che giustifica i loro prezzi piuttosto alti.

Una volta acquistati e montati, i rubinetti vanno mantenuti puliti e curati. Sia per un fattore estetico, poichè rubinetti sporchi sono decisamente antiestetici, sia per fattori igienici, da non tralasciare mai. Importante la pulizia di cartucce e del vitone, l'utilizzo di detersivi anticalcare, ausilio di aceto e ammoniaca per la pulizia, accorgimenti che qualunque nonna potrà fornirvi senza problemi.

  • Meglio la vasca da bagno o la doccia?

Molto dipende dalle vostre abitudini e dal tempo che avete e che potete dedicare alla cura della vostra persona. Ovviamente, se per voi il momento della cura dell'igiene personale è fondamentale ed avete il tempo di restare una mezzora a mollo nella vasca da bagno, allora questa soluzione è da privilegiare, mentre se il tempo scarseggia, allora ovviamente occorre puntare sulla doccia.

Ovviamente il problema si risolve sia se disponete di un bagno con spazi elevati, e allora si ricava lo spazio sia per la vasca che per la doccia, oppure se in casa avete due bagni, e li suddividete privilegiando con la vasca quello più elegante e confortevole. Se invece la scelta si pone, è bene dire che la doccia è più pratica, perchè, con il suo box doccia, si apre in un attimo, non occorre aspettare del tempo come nel caso della vasca che va prima riempita con l'acqua alla giusta temperatura, e quindi i tempi sono decisamente inferiori. La doccia ed il suo box occupano poco spazio, perchè si sviluppano soprattutto in altezza, ed ormai rappresenta una soluzione davvero elegante, con i box di tutte le forme, in vetro o plexiglass.

Inoltre, se fino a poco tempo fa era la vasca ad essere privilegiata per i suoi accessori, ossia l'idromassaggio, ora le docce non solo hanno sopperito alla mancanza, ma sono diventate ancor più ricche, grazie a miscelatori di temperatura, spruzzi direzionali in più direzioni e parti del corpo, massaggi e molto altro ancora.

Per concludere, il bagno nella vasca sporca decisamente in misura maggiore. Ovviamente i prezzi dei tecnologici box sono elevati, perchè oltre alla scelta di rubinetti e materiale del box stesso, occorrono un muratore ed un idraulico per il montaggio, ma si tratta di lavori che, se fatti bene, sono destinati a durare per decenni.

  • Lavabo e lavandino

Un lavabo di tipo classico presuppone la presenza di un mobiletto di tipo tradizionale, i più moderni lavandini a vasca, ossia quelli caratterizzati da angoli vivi e la forma squadrata, richiedono un tipo di mobiletto di supporto molto essenziale e minimale. Esistono ormai anche evoluti lavandini in legno, in vetro o in acciaio inox, di svariati tipi, forme e modelli.

Il lavabo è il sanitario che più può variare in forme e dimensioni. Il materiale privilegiato per il lavabo, così come per tutti gli altri sanitari, è il mineralmarmo, ossia lo speciale materiale che si ottiene con polveri di marmo, minerali e resine speciali, una soluzione ottimale per prezzi e qualità.

E' bene non dimenticare che la scelta dei sanitari è un tutt'uno con la scelta dei vari accessori del bagno, come porta saponi, asciugamani e porta spazzolino.

Il supporto mobile del lavandino può essere appoggiato o integrato, con misure standard che non possono essere variate. Se lo specchio non deve essere più alto di 2 metri, allora il lavabo va posto ad un massimo di 85 cm di altezza da terra ed eventuali mensole laterali vanno poste al massimo a 160 cm da terra.

  • Il vaso o water

Nella scelta del vaso o del water, occorre innanzitutto tener presente che la scelta è principalmente di due tipi. Il vaso fissato a parete, che consente di liberare lo spazio sottostante, con scarico anch'esso a parete. Il muro che deve sostenere il water deve però consentire l'inserimento per le tubazioni dell'acqua e dello scarico, altrimenti non è applicabile, così come avere la possibilità di fissare con sicurezza il sanitario alla parete. La seconda possibilità è quello con scarico a pavimento, fissato mediante tasselli. Molti sono attualmente i tipi di scarico dell'acqua, da quelli a cassetta esterna a quelli a cassetta integrata, con pulsanti semplici o evoluti, con fotocellula per lo scarico automatico.

  • Igiene e freschezza: il bidet

Anche per il bidet la suddivisione è tra quelli sospesi e quelli poggiati a terra. Se negli anni passati la tendenza era quella di montare bidet dalle forme rotonde, ora la tendenza si è invertita, e si vendono molti più bidet dalle forme squadrate. Molto interessante è il tipo di rubinetto associato, per il quale si preferisce senza dubbio la presenza di un miscelatore, perchè, tanto per capirsi, testare sulle parti intime la temperatura dell'acqua non è una cosa delle più piacevoli.

Il getto d'acqua deve essere copioso e importante, per ottimizzare il flusso dell'acqua, risparmiare la risorsa e raggiungere le parti indicate da lavare. Importante è, in fase di progettazione, mantenere la corretta distanza tra vaso e bidet, onde evitare di dover effettuare accrobazie spericolate nello spostarsi dall'uno all'altro. I porta asciugamani appositi, vanno collocati in prossimità del sanitario, ad una altezza non molto elevata ed in modo da essere raggiungibili senza doversi alzare in piedi.




Vasche e docce

arredamento bagno

  • I vari tipi di vasca da bagno

Siccome, come si è affermato poco sopra, chi sceglie una vasca per il proprio bagno significa che ha intenzione di passarci molto tempo e goderne appieno degli effetti rilassanti, la scelta del tipo di vasca va effettuata con attenzione estrema. Le vasche esterne, o a vista, sono poste su un blocco di cemento, che magari funge anche da ausilio per il sistema di idromassaggio, oppure fissata su appositi piedini.

Le vasche ad incasso sono inserite su piccoli muri rivestiti di piastrelle, oppre con pannelli che ricoprono le parti soggetto a manutenzione e che consentano di effettuare lavori senza dover rompere e chiamare un muratore.

Le vasche combinate sono quelle che presentano una parte di sicurezza richiudibile in plastica o cristallo e comunque trasparente. Vengono utilizzate anche come doccia, mediante un saliscendi posto ad altezza uomo. Ideale per chi predilige la doccia ma che non vuole rinunciare, periodicamente, ad un bagno rilassante.

E' bene considerare che se la vasca, a vuoto, ha un peso, una volta riempita in tutta la sua capienza, il peso è decisamente elevato. Pertanto, studiare la soletta che la sostiene in modo da supportare un peso importante, visto e considerato che al peso della vasca e dell'acqua va aggiunto quello della persona che vi si accomoda.

  • Doccia e box doccia

Le docce possono dividersi in doccia a pavimento o con piatto.

Il piatto doccia generalmente è in ceramica, ed ha la funzione di raccogliere l'acqua e di direzionarla verso lo scarico.
La doccia a pavimento raccoglie l'acqua con un sifone che la direziona verso lo scarico. Sotto al pavimento è presente una sorta di catino che contiene l'acqua e la fa defluire vero lo scarico.

Entrambe le soluzioni prescelte necessitano di un box. Porte e cabine del box doccia sono realizzate in plastica oppure, per chi ne ha la possibilità, in cristallo. Hanno una chiusura ermetica, che rende impossibili gli schizzi di acqua verso l'esterno e sono decisamente comodi e funzionali. Sono in genere trasparenti ma con zigrinature che impediscono la vista completa a vetro, per una maggiore privacy e discrezione. Meno indicata la soluzione con le sole tende, perchè ad ogni doccia si rischia di rendere il bagno un disastro totale a cui far seguito una noiosa operazione di asciugatura.

Inoltre, le tende in plastica tendono ad appiccicarsi al corpo creando situazioni fastidiose. Attualmente ni commercio esistono colonne verticali di spruzzi per l'idromassaggio, oppure piccole lampade abbrozzanti e ancora il massaggio dei piedi.

 

Design © 2008 N O N N A net

Link Utili:

Arredare il bagno con cura e dedizione, pensando all'igiene ed alla funzionalità, cercando ed ottimizzando gli spazi e la serenità.

Il bagno come luogo intimo da dedicare a se stessi. La scelta dei rubinetti da associare ai sanitari, la specchiera ed il mobiletto del lavabo.

Dalle piastrelle per il bagno all'evoluta doccia con idromassaggio.

Il nostro speciale dedicato all'arredamento del bagno, che comprende i link ai rivestimenti così come quello alla scelta dei pavimenti e degli accessori per il bagno.

I termoarredo, ormai diffusi ed amati per le loro forme intriganti e la comodità.